Prima risoluzione del ferro – Persone più sane per costi più bassi

Secondo l’OMS, oltre 3 miliardi di persone soffrono di carenza di ferro. Le donne in età mestruale e i bambini sono i più colpiti. La medicina ignora in gran parte la carenza di ferro nella sua fase iniziale, la sindrome da carenza di ferro (IDS), perché la credenza comune è che una carenza in questo elemento si manifesta solo come anemia (Iron Deficiency Anemia, IDA), cioè nella sua fase finale. A causa di questa errata interpretazione, i sintomi dei pazienti IDS vengono ripetutamente e inutilmente chiariti e infine trattati in modo errato.

Il SIHO dimostra che le infusioni di ferro sono efficaci, sicure ed economiche nei pazienti con carenza di ferro (vedere lo studio pratico Eurofer). Incoraggia tutti i medici e le loro associazioni professionali ad adottare l’approccio collaudato del SIHO al fine di individuare precocemente i pazienti con carenza di ferro e di trattarli correttamente, in linea con l’obiettivo: persone più sane a costi inferiori.

Motivi etici
Finché la sindrome da carenza di ferro IDS non è nota ad un’ampia professione medica, i pazienti con sintomi di carenza di ferro sono sottoposti a una diagnostica superflua e spesso trattati in modo puramente sintomatico. Le cause non vengono trattate. Non appena è stata diagnosticata una IDS, tuttavia, dal punto di vista etico è necessaria una terapia causale con infusioni di ferro.

Motivi scientifici
L’approccio scientifico nei centri medici del ferro sotto la supervisione del SIHO e i risultati ottenuti mostrano le connessioni tra la carenza di ferro e i sintomi da essa causati anche nella fase di IDS senza anemia. Ulteriori studi (ad es. all’Università di Zurigo) hanno confermato questo fatto.

Motivi storici
La sindrome da carenza di ferro è stata descritta per la prima volta all’Ospedale Universitario di Innsbruck nel 1957. Nel 1971 è stato confermato presso la Charité Universitätsmedizin Berlin (libro di testo per medici di tutte le discipline). Entrambe le università confermano il vantaggio significativo delle infusioni di ferro rispetto alla terapia orale con il ferro.

Dopo la riscoperta dell’IDS in Svizzera nel 1998 e lo sviluppo settennale del Sistema Ferroviario Svizzero SIS, nel 2005 è stata fondata la rete dei Medical Iron Centres.

Nel 2007 è stata fondata l’Organizzazione svizzera per la salute del ferro (OMS).

Salute motivi economici
La maggior parte dei pazienti con carenza di ferro viene curata con le necessarie dosi di ferro per via endovenosa. Grazie alle infusioni di ferro dosate e controllate singolarmente, è possibile implementare il seguente credo: Persone più sane per ridurre i costi attraverso

  • Regali di ferro per via endovenosa come terapia di prima linea
  • Evitare chiarimenti inutili e trattamenti sintomatici
  • Evitare le false psichiatrie
  • Evitare inutili interruzioni del lavoro
  • Prevenzione di pensioni non necessarie

Questa risoluzione sul ferro è stata firmata a Binningen / Basilea il 1° agosto 2015 da medici provenienti da Svizzera, Germania e Russia.